lunedì 6 ottobre 2014

C.F. ACESE - LUDOS 6 - 1

C.F. ACESE: Sciacca (85°Piscitelli), Settecasi, Orlando, Di Bari, Masia, Risina, Piro, Privitera, Perotti (69°Crisci), Giuliano, Martinovic. A disposizione: Napoli, Bassano, Ficarotta, Foti, Marrone. Allenatore: Valerio Caniglia.

LUDOS: Di Sclafani, Di Fiore, Intravaia (46°Filangeri), Cusmà, Zito, Gaaliche (77°Giaimo), Buttacavoli (67°Niosi), La Mattina, Dragotto, Buttaccio, La Cavera. A disposizione: Campanella, Pomara. Allenatore: Antonella Licciardi.

RETI: 13°Perotti, 22°Privitera, 31°Perotti, 40°Privitera, 55°Giuliano, 75°Buttaccio, 77°Privitera 

AMMONITE: nessuna

ESPULSE: nessuna

ARBITRO: Rosario Michienzi della sez. di Lamezia Terme

ASSISTENTI: 1° assistente Pierluigi Polignano sez. Acireale; 2° assistente Davide Cicero sez. di Catania.

Partita sbloccata già al 13° da Azurra con un tiro dalla distanza ad incrociare su cui poco poteva fare Di Sclafani. Giusto  il tempo di riassestarsi in campo e Veronica centrata la rete per la prima delle sue tre volte. Ancora nove minuti per la seconda rete di Azzurra. Ancora nove minuti per la seconda rete di Privitera. Si andava perciò al riposo sul risultato di quattro a zero. Al rientro le ragazze dell'Acese provavano a cercare gloria personale. Qualcuna ci riusciva, qualcun'altra no. Dopo dieci minuti centrava la rete Roby Giuliano mentre la mancavano Giulia Risina e Melania Martinovic forse per troppa foga nel tentativo di conclusione. La ricerca del gol personale portava un gioco non più incisivo e dopo venti minuti Buttaccio riduceva le distanze a quattro reti. Il gioco riprendeva con le palermitane galvanizzate perché non è raro, nel calcio femminile, una rimonta significativa. Gli ardori venivano subito spenti, dopo appena due minuti, da Veronica Privitera che ristabiliva i cinque punti di vantaggio che permanevano fino alla fine.  

Nessun commento: